Applicazioni sulla Blockchain



La blockchain, oltre che per le sue applicazioni strettamente legate all’emissione di moneta e registro pubblico elettronico, dove tutte le transazioni sono pubbliche e senza la necessità di una validazione mediata da intermediari, può essere utile anche per altre funzioni.

Una precisazione che molto spesso in rete non viene fatta. Ogni applicazioni che descriveremo deve essere svolta su una blockchain come quella di Bitcoin e/o Ethereum, ovvero con un consenso decentralizzato e permissionless. Non esiste una Blockchain sicura senza un incentivo economico che incentivi il numero altissimo di full nodes asincroni di coordinarsi e permettere che la piattaforma sia sicura, senza che nessuno tenti di modificarla a suo favore. Non c’è sicurezza senza Bitcoin ( o qualsiasi altro incentivo economico). Altrimenti si potrebbe tornare ad utilizzare i funzionali database relazionali, decisamente più funzionali per modifiche ed aggiornamenti.

L’erronea copertina del The Economist, nel quale affermava che una Blockchain poteva esistere senza un incentivo economico che permettesse di realizzare il consenso e quindi la sua stessa immutabilità.

Andiamo ad analizzare alcune applicazioni non monetarie della blockchain che modificheranno per sempre alcuni servizi, ancora centralizzati.

  • Eternity Wall: Iniziamo dalla prima applicazioni, più giocosa. Eternity Wall può essere considerato il più grande muro per graffiti online, immutabile e decentralizzato. Vuoi fare una dedica alla tua anima gemella? Vuoi pubblicare un evento in modo che non venga mai cancellato e modificato? Vuoi semplicemente scrivere un tuo pensiero, in maniera che rimanga indelebile nel tempo? Ecco, adesso puoi.
  • OpenTimestamping: Se la applicazione citata prima è nata come un semplice gioco, altri developers hanno percepito che le qualità di immutabilità e timestamping di una Blockchain possono portare ad un livello successivo il servizio di notariato, decentralizzando. Esiste la possibilità per un operatore di inviare una transazione non spendibile aggiungendo il codice OP_RETURN. Questo consente al senders di inviare dei messaggi in byte, ovvero delle parole, file o documenti. Abbinando questo funzione con la caratteristica del timestamping, ovvero la precisa collocazione temporale di un file appoggiato sulla blockchain, qualsiasi file può essere registrato senza che la necessità di un notaio. Inoltre dato che ogni file è abbinato ad un suo hash value, non può essere modificato e solamente il senders può visualizzarlo per intero.
  • Cloud Storage distribuito per servizi di WORM: L’espressione Write Once, Read Many (oppure Write One, Read Multiple, oppure ancora WORM) si riferisce ad un tipo di dispositivo di memorizzazione su cui si può scrivere soltanto una volta, ma che può essere letto diverse volte. Moltissi check and balances finanziari sono analizzati in dischi rigidi indelebili, in modo che le autorità possono verificare se le transazioni e le operazioni fatte da un istituto di credito sono lecite. La blockchain potrebbe diventare il cloud storage distribuito, dove gli istituti di credito possono inserire le informazioni richieste, risparmiando tempo e denaro.
  • Identità digitale con piattaforma e-voting: Ogni utente all’interno di una blockchain ha un chiave privata e una chiave pubblica. Queste permettono lo stesso di comunicare con l’ecosistema, trasferendo valore e informazioni. Questo attraverso una ramificazione della stessa blockchain, definita come off-chain, ogni stato potrebbe realizzare una piattaforma dove ogni cittadino può votare, senza che nessuno possa modificare la sua volonta.
  • Contratti intelligenti e applicazioni decentralizzate.