berkeley ico initial community offering blockchain california

Berkeley: la prima città degli Stati Uniti a realizzare una ICO.

E’ recente la notizia riguardante la proposta del City Council di Berkeley riguardante la creazione di una propria Cryptovaluta, tramite ICO. Berkeley è una delle città più grandi della California  e da sempre rappresenta un polo liberale e avanguardista degli Stati Uniti, impreziosito dalla famosa Università. Non è un caso che la città potrebbe diventare la prima degli Stati Uniti a realizzare una Initial Community Offering (Ico).

Come funzionerà? La città rilascerà dei tokens che saranno garantiti dai Bond municipali, ossia delle obbligazioni emesse da enti ed amministrazioni locali con la finalità di reperire fondi da utilizzare sul territorio di competenza per finanziare progetti, opere infrastrutturali e altri obiettivi di interesse pubblico.

 

Motivazioni della proposta

Queste le parole del membro del City Council di Berkeley, Ben Bartlett:

“Berkeley is the center of the resistance, and for the resistance to work, it must have a coin”

Berkley è il centro della resistenza e per far sì che la resistenza funzioni, questa ha bisogno di una propria valuta. L’affermazione, forte e coincisa, è conseguenza di un crescente bisogno di indipendenza nei confronti dell’ amministrazione Trump. Evidente è la necessità di una maggiore decentralizzazione del potere  in modo da promuovere delle politiche dislocate sul territorio grazie al consenso della comunità locale.

Il rapporto con Trump non è mai stato in sintonia e la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la nuova riforma fiscale firmata dal partito Republicano alla fine di Dicembre. Lo scontro nasce dalla grave problematica che Berkeley sta affrontando: il costo della vita, in particolare la mancanza di case abbordabili per le fasce medio-basse, tanto è vero che il numero di senzatetto è aumentato vertiginosamente negli ultimi anni. Ciò nonostante la nuova riforma indebolisce fortemente gli incentivi che incoraggiano i privati a costruire case a buon mercato e la situazione è destinata a peggiorare.

La Ico non è nient’altro che una risposta innovativa in opposizione alle politiche del Presidente Trump e rappresenta una possibile via per il governo locale di operare delle politiche decentralizzate.

Obiettivo e caratteristiche della Ico

Il City Council collabora con l’ UC Berkeley’s Blockchain Lab e con la start-up Neighborly per realizzare la strategia della Ico con l’obiettivo primario di collettare i fondi necessari ad incentivare positivamente il mercato delle case e contrastare gli effetti negativi della nuova Legislazione.

La Ico in questione sarà differente rispetto a quelle tradizionali poichè ci saranno dei Bond che faranno da garanzia alla Coin e questi finanzierano i progetti sul territorio: costruzione di scuole, autostrade o case abbordabili. Gli Holders  riceveranno un interesse cadenzato nel tempo e i tokens saranno spendibili nell’ecosistema locale, ad esempio potranno essere utilizzati nei negozi o nei ristoranti del territorio oppure per il pagamento dell’affitto nei confronti dell’affittuario che partecipa al sistema. Uno scenario futuro potrebbe essere anche la tokenizzazione dei servizi pubblici.

La speranza del progetto è quella di proporre una soluzione che possa risultare appetibile a tutti i residenti che hanno a cuore il benessere del proprio territorio, affidandosi ad una community che più volte si è dimostrata generosa e attiva nei confronti delle problematiche sociali che ostacolano l’equità del mercato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*