Che cos'è uno stable coins

Che cos'è uno stable coins e quali progetti vogliono prendersi il mercato?La gara degli Stable Coins

Interrogarsi sull’essenza del denaro significa ricercare quegli elementi e quelle condizioni grazie alle quali si può dire di un ente che sia denaro: in virtù di cosa una banconota da venti euro è “denaro”? Anzitutto, con la valuta abbiamo a che fare tutti i giorni, si tratta quindi di un ente che ha un ruolo rilevante nella vita dell’uomo contemporaneo, di più, direi che oggi esso abbia un ruolo centrale negli interessi degli uomini. L’oggetto diventa quindi una sorta di contratto sociale, trasformando il Leviatano di Hobbes, in un oggetto meramente fisico e trasportabile. Dato questo, il filosofo che s’interessa di ontologia del denaro dovrà necessariamente confrontarsi con l’economia, e vice versa. Se l’oggetto viene utilizzato in circostanze relazionale di tipo commerciale, necessariamente bisogna analizzare lo stesso sotto un punto di vista economico.

Inoltre, non è oggi pensabile un’ontologia del denaro che non analizzi i recenti sviluppi della moneta elettronica.

Le caratteristiche intrinseche per essere definita tale sono sostanzialmente tre: essere un buon mezzo di scambio, essere una buona riserva di valore ed infinite essere una buona unità di misura per “valutare” il valore degli altri beni.  Queste, secondo la maggior parte degli economisti devono essere le qualità per cui, un bene può essere considerato, denaro. Ed esse stesse, specialmente la terza, quindi in inglese unit of account, permette a questo di essere sempre al 50% presente nelle nostre relazioni commerciali.



Se bitcoin ai molti, soprattutto ai teorici monetaristi, non piace date le sue frequenti oscillazioni e fluttuazioni come strumento di scambio, alcuni progetti hanno cercato di eliminare tale problema creando protocolli con la particolarità che l’oggetto scambiato al loro interno rimane con un valore nominale fisso.

Questa nuova tipologia di denaro è definito come stable coins.

Cos’è uno Stable Coins?

Una “moneta stabile” è una criptovaluta ancorata ad un’altra risorsa stabile, come potrebbe essere l’oro o il dollaro USA. È una valuta globale, ma non è emessa da una banca centrale. La sua caratteristica singolare e principale: avere una bassissima volatilità. Questa peculiarità consente l’utilizzo pratico dell’utilizzo di criptovaluta come strumento per pagare per i servizi quotidiani.

Con una scadenza day-by-day, è comune vedere su Coinmarketcap.com un aumento del 10-20% o addirittura una diminuzione dei singoli coins. Questo rende l’utilizzo della maggior parte di queste cryptocurrencies scomodo per le transazioni giornaliere.

Una criptovaluta ideale dovrebbe avere i seguenti quattro tratti: stabilità dei prezzi, scalabilità, privacy e decentralizzazione. Come nei migliori mercati perfettamente competitivi, molti progetti stanno lanciando la propria soluzione al problema. Qui elencati i 5 principali:

Tether

Tether è ancorato al 100% con il valore delle valute fiat, le quali sono su conto di riserva nella banca di deposito di Tether Limited. Il tasso di conversione è di 1 tether USDT è uguale a $ 1 USD. La piattaforma Tether è considerata pienamente funzionante, se e solo se, tutte le unità in circolazione sono inferiori o uguali a tutte le fiat che si trovano nel conto bancario.

  • Vantaggi: si avvicina a uno scambio simile a quello di fiat a cripto, ben integrato e consolidato.
  • Svantaggi: centralizzato, porre la fiducia in unico ente che può potenzialmente creare denaro dal nulla.



MakerDao

MakerDao è un’organizzazione autonoma decentralizzata, la cui criptovaluta è ancorata al dollaro statunitense. Il progetto è completamente supportata da Ethereum. La loro moneta stabile è il Dai ed ogni unità vale $ 1 USD. La stabilità viene mantenuta attraverso un sistema autonomo di contratti intelligenti. Per ricevere Dai, devi inviare degli ether alla piattaforma Maker per sbloccare quest’ultimi.

  • Vantaggi: uno dei primi nello spazio (First Mover Advantage), supportato dalla community di Ethereum (che si trova sulla blockchain e quindi trasparente, a differenza di Tether)
  • Svantaggi: estremamente complesso, poca liquidità

Havven

La piattaforma di Havven fornisce stabilità costruendo un sistema che si sostiene con due monete. La prima moneta si chiama Nomine che è la moneta stabile. Quest’ultima è quella che viene utilizzata per le transazioni di tutti i giorni. Mentre, i secondi tokens che si trovano nella riserva si chiamano Havvens. Una commissione per ogni transazione completata con Nomins tornerà alla società. Le tasse vengono poi ridistribuite ai possessori dei token di Havvens che vengono premiati per il mantenimento del sistema che si sostiene.

  • Vantaggi: team completamente decentralizzato, in rapido movimento e orientato al business
  • Svantaggi: molto nuovo e quindi non provato, potresti volere più centralizzazione

Goldman Sachs e Circle

Lo start-up regina di Goldman Sachs, Circle, ha annunciato una nuova criptovaluta ancorata al dollaro e un round di investimento da $ 110 milioni guidato dalla proficua società criptovaluta Bitmain, che porta il valore della “fintech Queen vicino a $ 3 miliardi, ha annunciato Martedì.

La moneta ancora al USD verrà gestita su una blockchain privata collegata a quella di Ethereum, tuttavia Allaire ha dichiarato di avere una mentalità aperta su anche altre piattaforme, aprendo le possibilità ad un possibile cambiamento per il lancio dello piattaforma distribuita.

Per adesso si hanno ancora poche informazioni per definire i vantaggi e gli svantaggi. Sicuramente, dato il capitale disponibile la sua adozione potrebbe essere facilitata da una estesa campagna marketing.

Basis

La startup di criptovalute del New Jersey, Basis, cerca di progettare una valuta digitale con un valore fisso, legata a una misura come il dollaro USA o l’indice dei prezzi al consumo (CPI). La società si aspetta questo approccio differenziato per rendere la sua valuta più adatta a fini transazionali.

Il progetto piace molto ad Alphabet Inc. Lightspeed Venture Partners, Foundational Capital, Andreessen Horowitz e Sky Capital, i quali hanno finanziato il progetto dei tre ragazzi laureti di Princeton.

Anche per questo progetto i dati disponibili sono ancora pochi. Tuttavia, come per il progetto finanziato da Goldman Sachs e Bitmain, i capitali utili per una buona campagna marketing sono fondamentali per far crescere il prodotto e creare liquidità all’interno della piattaforma.



Sostanzialmente, tutti i progetti che hanno caratteristiche decisamente peculiari l’uno con l’altro, si troveranno a competere nei vari mercati internazionali, cercando di strappare il titolo di moneta globale. Inoltre, nel momento in cui uno di questi progetti dovesse raggiungere la massa critica necessaria per essere efficiente, la piattaforma sarà in grado di creare concentrazione ed abitudini che potranno bloccare la crescita dei potenziali concorrenti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*