crollo bitcoin amara's law

La tecnologia come Bitcoin è una scommessa a lungo termine.

Bitcoin non sarebbe potuto crescere di questo passo ancora per molto. Purtroppo, fino a che la sua adozione principale sarà quella legata alla speculazione, di altalene come queste ne vedremo ancora per molto. Inoltre, il panic selling che si sta verificando da una settimana, sta accelerando progressivamente la velocità dell’altalena verso il basso. Beh, preparatevi siamo solo all’inizio di un periodo di bear market, ovvero un periodo di mercato ribassista. 

Nonostante questo, il valore di Bitcoin è pari a quello di metà Novembre 2017. Il differenziale tra inizio 2017 e inizio 2018 sono ancora più di $3500, quindi più del +1300%. Inoltre, molte situazione sono cambiate nel corso dell’ultimo anno: Giappone e Svizzera hanno integrato molti dei loro servizi domestici con pagamenti bitcoins, molte aziende stanno supportando il progetto e molti istituti di credito hanno iniziato a rivalutare la criptovaluta decentralizzata. Questi elementi possono dimostrare che si sta sviluppando una coscienza o consapevolezza, che Bitcoin e l’ecosistema periferico, sono qui per restare.



Roy Charles Amara e l’hype Cycle di Bitcoin

Roy Charles Amara fu un ricercatore, scienziato e futurista Americano vissuto nel 20esimo secolo. Amara fu presidente del Istituto del Futuro a Palo Alto (California), agenzia no-profit che si occupa di sondaggi e statistiche riguardati l’impatto delle tecnologie sull’uomo e sull’ambiente, nel breve e lungo periodo.

Roy viene principalmente ricordato per le sue teorie, ma principalmente per la sua Amara’s Law. Il suo pensiero può essere riassunto in questa tesi:

La popolazione tende a sovrastimare l’effetto di una tecnologia nel breve periodo e sottostimare il suo effetto nel lungo periodo.

L’hype cycle di Garther

Questa legge è poi stata studiata, discussa e descritta attraverso l’illustrazione del così nominato hype cycle di Garther.

Bitcoin crollo Amara's Law
La descrizione del Hype cycle di Amara con il valore di Bitcoin

L’hype cycle può essere descritto attraverso cinque fasi, le stesse che rappresentano il ciclo vitale di una tecnologia.

  1. Technology Trigger (Innesco della tecnologia): lo sviluppo di primi prototipi funzionanti, i quali scatenato l’attenzione dei media, scatenando notevole pubblicità.
  2. Peak of Inflated Expectations (Picco delle aspettative esagerate): la pubblicità iniziale dà luogo ad una serie di storie iniziali di successo, altre di fallimento. Tra la folla, alcune imprese iniziano a sperimentare.
  3. Trough of DIsillusionment (Trogolo della disillusione): l’interesse nella tecnologia svanisce quando la sperimentazione e l’implementazione non producono i risultati sperati. I prodotti entrano in crisi o falliscono. Gli investimenti continuano solo per quelle poche imprese sopravvissute grazie a miglioramenti tecnologici.
  4. Slope of Enlightenment (Salita dell’illuminazione): incomincia a diffondersi ampiamente e a cristallizzarsi la consapevolezza di come la tecnologia possa avvantaggiare le imprese in diversi modi. Gli sviluppatori creano prodotti di seconda e terza generazione.
  5. Plateau of Productivity (Altopiano delle produttività): l’adozione della tecnologia è la principale tendenza che prende sempre più piede. Vengono stabiliti più dettagliatamente i criteri di valutazione, dell’affidamento e dei fornitori. L’applicazione della tecnologia impatta sulla massa.

Chiaramente non possiamo prevedere il futuro, ma senza dubbio alcuni aspetti possono essere famigliari nella vita dell’ecosistema delle criptovalute.



Bitcoin e Dot.com a confronto

Ci sono anche altre valutazioni da fare. Molti economisti stanno paragonando il fenomeno delle criptovalute come l’esplosione delle dot.com avvenuto da fine anni ’90. Inoltre, viene spesso evidenziato come, quasi tutte le principali dot.com vincenti sono nate dopo lo scoppio della prima bolla. Vuol dire forse che tutti i 1300 progetti attuali sono destinati a fallire?

Che ci siano delle truffe in giro, è noto. Purtroppo, in un mercato completamente anarchico, la diffusione di agenti patogeni per l’intero ecosistema è più che normale. L’euforia ha richiamato a se anche molti truffatori che vogliono approfittarsi del FOMO (fear of missing opportunities) dei traders amatori. In questo articolo passato, descriviamo una situazione analoga a quella attuale.

Tuttavia, crediamo che non tutti i progetti saranno destinati a fallire, ma che purtroppo sono state vittime di un hype mediatico troppo forte, che li ha sovrastimati troppo nel breve periodo.

Non dimentichiamoci di Amazon

La crono-storia del valore del colosso Amazon è una buona rappresentazione del cicli vitale di una tecnologia disruptive. Nella prima immagine riportata, viene visualizzato il primo periodo in cui Amazon si lancia in Borsa, attraverso un IPO circa a metà di Maggio 1997. In 2 anni, il valore raggiunge somme decisamente maggiorate rispetto all’iniziale valore del titolo.

amazon bitcoin amara
Il grafico rappresenta il valore del titolo di Amazon dalla sua IPO, circa metà Maggio 1997, fino al 1999.

Purtroppo, anche il colosso di Jeff Bezos ha risentito del tracollo dovuto alla crisi generale delle dot.com. Come si può notare nell’immagine successiva, il valore di Amazon crolla due volte fino a raggiunge un valore decisamente inferiore rispetto “all time high” pervenuto pochi mesi prima. Si può quindi notare una certa somiglianza tra l’hype cycle di Bitcoin e di molte altre ICO.

bitcoin amara amazon
Il valore del titolo dopo lo scoppio della grande bolla dot.com

Infine, l’ultimo grafico che vi riportiamo è il valore dal 2001 fino al 2016. Chiaramente il successo di Jeff Bezos è del suo e-commerce mondiale è stato guadagnato in modo graduale, graduale come la sua notorietà e la sua diffusione nella vita quotidiana di molte realtà.

amazon bitcoin amara
Infine, il valore del titolo di Amazon dopo lo scoppio della bolla

Chiaramente, Amazon non è Bitcoin. Un e-commerce è una azienda con del personale, che offre un servizio, che fa utili. Ma la somiglianza è strettamente teorica e riguarda principalmente la diffusione e l’utilità di una tecnologia che precedentemente non era mai stata utilizzata e riscontrata nel quotidiano. Il protocollo di Bitcoin, come di altre ICO e progetti validi, sono quella novità che se troverà spazio nel mondo odierno potranno modificare alcune dinamiche e meccanismi che condizionano la nostra vita.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*