IBM e Borsa Italiana promuovono una blockchain per le PMI

Il London Stock Exchange Group (LSEG) , la holding company nata nel 2007 dalla fusione di London Stock Exchange e Borsa Italiana, ha stretto una collaborazione con IBM al fine di fornire, tramite la blockchain, una risposta ai bisogni di sicurezza digitale delle PMI europee (piccole e medie imprese). L’obiettivo del sodalizio è quello di creare una piattaforma che possa semplificare il tracciamento e la gestione delle informazioni degli azionisti attraverso la creazione di un registro distribuito, ovviamente, questo, porterebbe grandi vantaggi e nuove opportunità per i piccoli trader e i piccoli investitori che potrebbero usufruire di informazioni ancora non accessibili ai più. Le informazioni diventeranno pubbliche e consultabili poiché, data la base su blockchain, saranno incorrutibili e immodificabili e ciò permetterà alle PMI di offrire trasparenza e chiarezza agli eventuali investitori.

Garanzie

La piattaforma in questione gira su Hyperledger Fabric 1.0, una struttura blockchain creata da un gruppo open-source capitanato dalla Linux Foundation (fondazione che annovera tra i membri IBM e LSEG). Hyperledger Fabric 1.0 permette un’altissima sicurezza dei dati sensibili che, nonostante i dati siano comunque sicuri e immodificabili, saranno accessibili solo a un network di partecipanti in possesso di permessi verificati ( blockchain privata) . Comunque, come precedentemente detto, la piattaforma è ancora in fase beta e non sono ancora uscite notizie riguardo la data di rilascio.

A cosa potrebbe essere utile?

Questo sistema potrebbe agevolare moltissimo la registrazione delle spese e degli introiti delle PMI, potrebbe garantire uno scambio di informazioni in modo talmente sicuro da far risparmiare alle aziende le ingenti somme richieste dai commercialisti, garantirebbe a tutti i finaziatori/clienti di poter verificare la situazione dell’azienda…e molto altro!

Certo è che non è difficile intendere il motivo per il quale l’innovazione che la blockchain porterà viene paragonata a quella avuta grazie ad Internet. La trasparenza e allo stesso tempo la completa sicurezza e incorrutibilità di qualsiasi tipo di dato può essere la svolta per la società in cui viviamo: i registri aziendali non potranno più, alcuni di voi ricorderanno il caso Parmalat, modificati con un semplice correttore e, meglio ancora, tutti i dati saranno consultabili da qualsiasi individuo. Cosa credete, siamo veramente di fronte una svolta epocale come lo è stata Internet?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*