corda pwc italia r3

Si chiama Corda e potrebbe diventare la piattaforma standard in molti settoriPwC Italia sigla un accordo con R3 per la piattaforma DLT Corda

PwC Italia ha stretto un accordo strategico con R3 per promuovere lo sviluppo della piattaforma Distributed Ledger Technology (di cui fanno parte anche registri distribuiti come la Blockchain) Corda nel mercato italiano.

Grazie all’accordo PwC Italia, società di consulenza con circa 5000 dipendenti e parte del più vasto PwC Network, si unisce alla rete globale di R3. Alla stessa aderiscono oltre 300 tra le maggiori società di servizi finanziari, società tecnologiche, banche centrali, autorità di regolamentazione e associazioni di categoria operanti nel mondo sulla piattaforma Corda.

Corda è una piattaforma DLT (Distributed Ledger Technology) di livello Enterprise ed open-source sviluppata da R3 per ridurre i costi delle transazioni commerciali, consentendo alle istituzioni finanziarie di interagire tra di loro in maniera diretta tramite apposite funzionalità come ad esempio gli smart contracts, garantendo al contempo i più alti livelli di privacy e sicurezza.

L’accordo prevede un ruolo attivo di PwC e R3 nell’organizzazione di programmi di certificazione ISV Bootcamp (Indipendent Software Vendor), dedicati al supporto e alla validazione delle idee di business di startup e aziende che intendono applicare la tecnologia Corda per creare soluzioni di mercato innovative. Inoltre, entrambe le aziende esploreranno congiuntamente le opportunità di business relative all’implementazione di soluzioni basate su tecnologia DLT a livello italiano e globale.

PwC favorirà la creazione di una community italiana attraverso l’organizzazione di Meetup per startup ed appassionati, ponendosi come punto di riferimento italiano rispetto all’expertise sulla piattaforma Corda.

PwC, Corda e Blockchain

In Italia PwC nel 2016 ha attivato un Competence Center Blockchain che supporta le aziende nello studio e realizzazione di progetti basati sulla tecnologia blockchain e DLT nelle fasi di formazione, analisi di mercato, validazione ed individuazione di use case, e successiva implementazione. Il Competence Center ha al suo interno diversi professionisti certificati sulla tecnologia Corda, con capacità analitiche e tecniche di sviluppo su DLT e tecnologia Blockchain.

Roberto Lorini, FinTech leader di PwC spiega:

“Siamo soddisfatti di questo accordo con R3 che ci consente di essere un punto di riferimento per questa tecnologia sul mercato italiano, con l’obiettivo di creare un eco-sistema di aziende capaci di sfruttare al meglio le potenzialità di Corda”.

David E. Rutter, CEO di R3, commenta:

“PwC Italia si sta ponendo come punto di riferimento nello sviluppo della tecnologia Blockchain per le imprese del mercato italiano. Il profondo coinvolgimento di PwC Italia all’interno dell’ecosistema Corda, combinato con l’eccellente servizio offerto ai propri clienti, rappresenta una significativa dimostrazione di fiducia relativamente alla sua esperienza su Corda e alle sue capacità di sviluppare soluzioni Blockchain efficaci per le aziende di diversi settori. Questa partnership è un passo importante nel far sì che Corda sia la scelta di default per Blockchain aziendali in tutto il paese”.

R3 ha recentemente lanciato Corda Enterprise, una versione di Corda appositamente ottimizzata per soddisfare le esigenze delle istituzioni più complesse. Corda e Corda Enterprise sono la base di un ecosistema dinamico di applicazioni interoperabili, che permettono l’abilitazione di veri e propri casi d’uso di business, implementati sotto forma di applicazioni decentralizzate, condivise ed eseguite tra diversi attori. Tali applicazioni, create dai partner di R3, sfruttano le caratteristiche delle DLT per superare con un approccio innovativo sfide specifiche ed inefficienze di business.

In Italia R3 sta già lavorando a diversi progetti con i suoi partner, tra cui Spunta Project, il progetto pilota di ABI Lab, Centro di ricerca e di innovazione per le banche promosso dall’Associazione Bancaria Italiana. Tale progetto coinvolge diverse banche italiane che sperimentano la tecnologia Corda per la riconciliazione delle transazioni interbancarie. 

94 Visite totali, 1 visite odierne

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*