Elon Musk Bitcoin

Il fondatore di Tesla e PayPal ha rivelato di possede dei bitcoinsQuanti Bitcoin possiede Elon Musk?

Elon Musk, l’imprenditore miliardario e inventore sudafricano, noto per aver fondato e guidato Hyperloop Tesla, Inc e SpaceX, ed inoltre, co-fondatore di PayPal, non ha mai commentato pubblicamente se fosse a favore della rivoluzione economica creata dalla prima moneta decentralizzata e distribuita della storia dell’uomo. PayPal, il suo primo progetto che gli ha permesso poi di creare Tesla, Inc, era stato creato con lo stesso obiettivo; purtroppo, la realtà ha dimostrato come qualsiasi progetto centralizzato può (o deve) scendere a compromessi con i grandi diktat dell’economia moderna.

Nonostante la sua dubbia posizione in materia, Musk ha rivelato su Twitter giovedì 22 febbraio che possiede una piccola frazione di bitcoin all’interno del proprio wallet: 0,25 BTC la cifra comunicata. Tuttavia, questa (cifra) corrisponde a briciole. Al momento la somma di Musk equivale a circa 2,478$, ossia lo 0,000012% del suo patrimonio netto.

La rivelazione è arrivata dopo che diversi account fake di twitter che impersonavano varie figure ben note, tra cui Musk, promettevano donazioni in cripto a chiunque gli avesse mandato del denaro.

Il 22 febbraio un utente di Twitter preoccupato dalla faccenda ha chiesto a Musk in un tweet “come mai c’è tutto questo spam ultimamente?”



Elon Musk e Bitcoin?

Musk ha riferito di aver già segnalato il problema al CEO di Twitter Jack Dorsey senza alcun risultato. Per far capire come lui stesso fosse sorpreso dalle numerose truffe,ha specificato nello stesso tweet che, a parte 0.25 BTC che un amico gli aveva dato “molti anni fa”, “letteralmente possiede [s] zero criptovaluta”.

La somma di bitcoin che dichiara di possedere è in effetti una frazione estremamente piccola del patrimonio netto totale di Musk, che ad oggi si attesta a 21,4 miliardi di dollari.

Nell’ultimo novembre, Musk ha smentito le voci diffuse dall’ex stagista SpaceX Sahil Gupta secondo cui Musk era probabilmente Satoshi Nakamoto, il leggendario creatore anonimo di Bitcoin.

Come riportato da Cointelegraph il 21 febbraio, una società di cloud security ha recentemente riferito che il container AWS (Amazon Web Service) di Tesla non protetto da password è stato hackerato e sfruttato per il mining di criptovalute per un periodo di tempo indefinito.4



 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*