SecureKey, grazie alla Blockchain di IBM, lancia il primo sistema di identità digitale

SecureKey, una startup canadese, ha rivelato che a breve lancerà un sistema basato su blockchain che permetterà di verificare la propria identità in tutto il paese. Svariati governi provinciali canadesi sono coinvolti nella creazione del progetto che mira a portare un sistema di gestione delle identità.

La nuova piattaforma di identità digitale potrà essere operativa all’inizio del 2018. Grazie all’utilizzo della tecnologia blockchain di IBM i consumatori potranno dimostrare la loro identità a governi, banche e fornitori di telecomunicazioni, utilizzando semplicemente un cellulare o dei dispositivi Windows.

Greg Wolfond, CEO di SecureKey, ha dichiarato a Bloomberg che il sistema ID della blockchain consentirà ai consumatori di controllare e condividere le loro informazioni personali senza passare attraverso sistemi centralizzati che creano “honeypots” di preziose informazioni vulnerabili agli hacker.

Wolfond ha dichiarato:

“Questa è una trasformazione per l’identità. Sarà più facile dimostrare la mia identità e più difficile per i “cattivi ragazzi” fingere di essere me”.



Il sistema ID è stato annunciato per la prima volta nel marzo 2017. La società ha spiegato che la tecnologia blockchain di IBM è stata costruita sulle migliori piattaforme open source Hyperledger Fabric v1.0.

Bloomberg ha scritto che la Toronto-Dominion Bank, la Royal Bank of Canada e diverse altre società finanziarie hanno investito una cifra complessiva di 30 milioni di dollari canadesi (23,5 milioni di dollari).

Un rappresentante della Nuco ha affermato che il sistema deve essere adattato per aiutare l’interazione tra i cittadini e i servizi governativi. Questo semplificherà l’aggiornamento delle informazioni degli utenti nelle banche dati delle varie agenzie, permettendono ai clienti di controllare esattamente quali dati sono condivisi e con chi. Impedirà anche il recupero non autorizzato delle informazioni attraverso l’utilizzo di smart contracts. Il nuovo sistema “aiuterà ad affrontare le sfide più difficili che contraddistinguono l’identità”, così ha concluso il direttore generale di IBM Blockchain, Marie Wieck.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*