Segwit2X

L’Hard Fork di B2X è sospeso per mancanza di Consenso

Gli sviluppatori che volevano creare un hardfork nella legacy di Bitcoin hanno sospeso il loro software upgrade. Inizialmente, sembrava che ci fosse un grande supporto da molte startups di bitcoin e di mining pools. Il piano, chiamo come Segwit2x, o semplicemente 2X, avrebbe biforcato la catena di Bitcoin, ingrandendo la dimensione dei blocchi, al 494784 blocco. L’upgrade doveva verificarci intorno al 16 Novembre.

Mike Belshe, il CEO e il co-founder di Bitgo (wallet software provider), ha inviato una mail comunicando la sospensione dell’aggiornamento. Uno dei leaders del progetto 2X, ha comunicato che secondo il suo parere, la proposta di scalare sia controversa.



Lo stesso nella sua mail scrive:

“Sfortunatamente, è chiaro che non si sia creato abbastanza consenso per un ottimale upgrade in questa direzione. Inoltre, questo aggiornamento ha diviso in modo netto la comunità e potrebbe continuare a farlo. Inoltre, lederebbe anche lo stesso progetto Bitcoin. Questo non è mai stato il nostro intento.”

Infine:

“Fino ad ulteriori novità, il progetto Segwit2X è sospeso”

Si può quindi notare che il sostegno che originariamente le aziende e i progetti davano, è letteralmente scomparso. Tra questi c’era anche CEO and co-founder Mike Belshe, Xapo CEO Wences Casares, mining pool Bitmain co-founder Jihan Wu, Bloq CEO and co-founder Jeff Garzik, Blockchain CEO and co-founder Peter Smith and Shapeshift CEO and founder Erik Voorhees.



Il consenso raggiunto è stato del 30% della comunità.

Tuttavia, dato che le commissioni su ogni transazione sono aumentate in modo elevato (fees), sarà comunque necessario implementare ed aggiornare la Blockchain di Bitcoin. Questo sarà solo possibile se il consenso sarà raggiunto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*