svezia bitcoin

Svezia: Bitcoin accettato ufficialmente da una agenzia governativa



In Svezia, l’agenzia governativa Swedish Enforcement Authority (SEA) ha accettato per la prima volta un creditore in bitcoin. Questa è la prima volta che ufficialmente una agenzia governativa a reso pubblica la sua simpatia verso Bitcoin e l’idea che uno Stato possegga nel proprio bilancio una moneta digitale e decentralizzata.

Johannes Paulson, in carica come direttore nel Operations & Development nel SEA ha comunicato che bitcoin è e sarà considerato come un nuovo asset e potrà essere utilizzato molto facilmente dal governo. Infatti, questo permetterà a tutti i cittadini svedesi di pagare le tasse e altre spese pubbliche attraverso questa nuova modalità.

“Puoi trovare asset e del valore non solamente in un luogo fisico, come in un salotto o in un ufficio, ma anche in internet. Noi siamo soliti a basare la nostra economia con il tradizionale sistema bancario. Tuttavia, questo è un metodo che potrebbe aiutarci a migliorare il nostro servizio e ampliare il nostro raggio di azione”.

In quest’ottica, sembra che la Swedish Enforcement Authority continuerà ad accettare bitcoins da i suoi creditori.

Guadagno pubblico da Bitcoin?

Ai tempi, la SEA aveva ricevuto da un debitore circa 0.6 bitcoins con valore di 23,000 corone svedesi, o $2850 dollari. Ieri, la stessa somma è stata offerta in un’asta pubblica e venduta ad un prezzo decisamente più alto. Questa strategia governativa ha creato una nuova opportunità per aumentare il budget del welfare statale, in un ottica di migliorare i servizi pubblici, diminuendo la tassazione.



Tuttavia, questa modalità di questa compra-vendita e anche determinata dall’assenza di una vera infrastruttura che accetta bitcoin e conserva bitcoin come risparmio. Non è quindi così remota l’idea che nel momento in cui il governo svedese iniziasse a considerare di creare una vera e propria agenzia che conserva e utilizza bitcoin per spese funzionali allo Stato, Bitcoin potrebbe diventare effettivamente una moneta concorrente a quella centralizzata.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*