Valore Intrinseco di Bitcoin

Bitcoin possiede un valore intrinseco?

Ci sono molte discussioni intorno alle criptovalute; alcuni avvertono il timore di una gigante bolla speculativa, altri esaltano le qualità e le caratteristiche del Bitcoin e dei suoi “fratelli”, gli altcoin.

Le accuse che tacciano il mercato di essere frutto di una bolla vengono motivate, nella maggior parte dei casi, dall’assenza di valore intrinseco nelle criptovalute.

Che cos’è il valore intrinseco?

Il valore intrinseco di un bene è uguale al valore attribuito da noi umani, in funzione del costo di produzione, del sue funzioni e della sua scarsità.

Nel caso delle valute fiat, il loro valore è associato al contratto sociale che esse possiedono e delle loro principali caratteristiche che garantiscono il funzionamento dell’economia e delle interazioni umane. Per verificare il valore intrinseco di una valuta dobbiamo, quindi, prima analizzarne le qualità funzionali.

In primis, le valute hanno tre funzioni basilari:

  1. Valuta quale “mezzo di scambio”; in questo caso il valore viene identificato dalla quantità di beni che si ricevono in cambio di un’unità di valuta. Di conseguenza, si tratta di un valore strettamente correlato alla possibilità d’utilizzo della moneta in questione.
  2. Valuta come “riserva di valore” ; il carattere di riserva di valore non può mancare in nessuno strumento di pagamento. E risultare uno strumento di pagamento presuppone ovviamente che la temporanea detenzione del bene non ne faccia calare o perdere il valore in termini di potere di acquisto.
  3. Valuta come “unità di misura”; questa funzione è il pilastro di ogni valuta. Immaginiamo che il pane un giorno costi 2 ed il giorno successivo 20, l’economia andrebbe allo sfascio dopo qualche giorno. Proprio per questo, i fenomeni come iperinflazione o deflazione distruggono le economie e sono molto temuti dalle banche centrali.



Il valore intrinseco del Bitcoin

Dopo aver analizzato le due qualità necessarie per l’attribuzione di un “valore” ad una valuta, possiamo analizzare il nostro caso particolare. Come si identifica il valore intrinseco per le criptovalute?

Dobbiamo intanto fare una distinzione tra i bitcoin, parificati dal legislatore ad una vera e propria valuta, e i tokens provenienti da ICO, che in alcuni casi vengono assimilati al regime applicabile per i prodotti finanziari.

Ma allora il Bitcoin questo valore intrinseco, ce l’ha o non ce l’ha?

Per rispondere a questa fatidica domanda dobbiamo riprendere le tre qualità citate precedentemente:

  • I bitcoins come mezzo di scambio: le attività commerciali che accettano bitcoin come sistema di pagamento sono in continuo aumento. L’hype finanziario ha indotto molti imprenditori ad accettare XBT. L’aumento di esercizi commerciali in cui è possibile spendere bitcoin comporta un aumento della liquidità dell’intero mercato. E l’aumento di liquidità fa anche salire il prezzo che, a sua volta, genera una crescita dell’utilizzo.



Affinchè il bitcoin venga adottato su larga scala, molti sviluppatori stanno lavorando per risolvere i problemi di scalabilità che caratterizzano il progetto. Risolvendo la propria scalabilità, bitcoin potrebbe essere un buon strumento per lo scambio e per le relazioni commerciali.

  • I bitcoins come riserva di valore: attualmente il valore si continua ad apprezzare, sarà il tempo a determinarne se i molti fondi destinati a questa criptovaluta sono stati convertiti in una buona riserva. Tuttavia, dato la sua forma iscritta nella blockchain, bitcoin non subirà mai il tempo e l’usura come qualsiasi altro bene fisico.
  • I bitcoins come unità di misura: una moneta deve essere in primis stabile. Attualmente questa non è certo una caratteristica del bitcoin… anche se con il passare del tempo e con l’avvento di big players nel mercato, XBT potrebbe essere sempre più stabile. Se questo si dovesse attestare su livelli di prezzi molto elevati, l’utilizzo di esso per micro transazioni sarebbe possibile, poiché ogni oscillazione non sarebbe più così rilevante.

 

“Una valuta aumenta la propria forza all’aumentare della quantità di individui che la utilizzano”



Se quindi l’irrazionale mercato dovesse continuare a supportare l’utilizzo, se il mercato delle criptovalute continuerà ad espandersi e ad attirare nuovi investitori, in funzione delle caratteristiche precedentemente descritte, il valore intrinseco di bitcoin non può che aumentare. Per finire, non si può escludere che l’avvento di nuove criptovalute con meno problemi di scalabilità possano rimpiazzare la funzione del precedente.

One Comment

  1. Fate sempre riflessioni utili e questo è ciò che in qualche modo ci stiamo chiedendo tutti (detentori e non). Un suo valore intrinseco lo ha e lo sta acquisendo sempre di più ma è vero che mancano dei presupposti essenziali al reale utilizzo e sicuramente primo fra tutti la stabilità. Credo che ad oggi le crypto, bitcoin meno ma ancora incluso, siano una via di mezzo fra valuta e titolo finanziario; dovranno succedere ancora delle cose nella tecnologia e nella “pulizia” o separazione fra questi due modi d’uso perché si stabilizzi il mercato e si possa dare il via al alcune di queste (bitcoin + alcune altcoin) come vere e proprie valute.
    In ogni caso i vs articoli sono sempre utili e chiari!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*